Cambio casa… ma non per davvero!

L’idea per questo articolo mi è venuta guardando il film “The Holiday”, una struggente commedia romantica con quello strafigo di Jude Law. Nel film le due protagoniste, entrambe vittime dell’amore, vogliono scappare per una vacanza e lasciarsi alle spalle ex fidanzati e lacrime. Trovano sul web la soluzione ai loro problemi: su un sito entrano in contatto e si scambiano la casa per due settimane, così una vola a Los Angeles e l’altra si dirige a Londra.

Strategie holliwoodiane a parte, la possibilità di scambiarsi casa, auto, cane, tutto, esiste davvero e da tempo anche! Il sito si chiama www.homeexchange.com e conta più di 42.000 soci in 140 paesi. C’è anche la versione italiana: www.scambiocasa.com, referente per l’Italia dell’organizzazione californiana.

Come funziona? Ti iscrivi, registri la tua casa e il gioco è fatto! Puoi cominciare a cercare una casa in ogni parte del mondo con la quale scambiare la tua, oppure aspetti che siano gli altri a scegliere la tua casa per l’home exchanging. Inoltre puoi anche scambiare la barca, il camper o lo yacht.

Sul sito in questione vengono spiegate le tipologie di scambio (che possono essere di casa e di ospitalità) e vengono date risposte e rassicurazioni ai dubbi dei soci.

Quali sono i vantaggi? Innanzi tutto non hai spese di alloggio, quindi fai una vacanza senza pagare hotel o pensioni: per vivere spenderesti come se fossi a casa tua. Grazie a questa tipologia di vacanza “low cost” puoi visitare tanti posti in tutto il mondo vivendo a stretto contatto con la cultura del luogo, insomma non da normale turista. Hai più privacy e più libertà. E non devi per forza andare a mangiare al ristorante, visto che puoi cucinare a casa.

Il concetto di scambio, come riportato sul sito, si basa su relazioni di reciproca fiducia.

Come in tutte le cose ci sono dei rischi. È naturale avere delle riserve sul fatto di dare la propria casa a degli estranei. Cosa accade se non sono ordinati come te? Saranno capaci di usare il videoregistratore senza romperlo? Come puoi essere sicuro che non avrai un bungalow invece della villa che ti hanno descritto? Come puoi vedere nei seguenti capitoli, la maggior parte di questi rischi possono essere ridotti al minimo in modo da alleviare le tue preoccupazioni e le tue paure. E non dimenticare, le persone con le quali stai facendo lo scambio affrontano gli stessi rischi.

Questi sono i vantaggi descritti. Gli svantaggi? Innanzitutto come ogni servizio che si rispetti, ci sono dei costi di iscrizione, questi oscillano intorno ai 100 € (certo, con scambio garantito). Inoltre ci potrebbe essere la possibilità di trovarsi male nel posto in cui ci si reca… ma quella è anche questione di spirito di adattamento.

In sintesi, voi vi fidereste a lasciare la vostra casa in mano ad estranei? Immaginatevi una famiglia palermitana che bussa alla vostra porta con figli e palloni di cuoio a seguito, con panelle e stigghiola da friggere rigorosamente nella vostra cucina!

D’accordo, stereotipi divertenti a parte, voi che ne pensate? Scambiereste mai la vostra casa con altre persone per provare questa curiosa esperienza? Beh, se l’inquilino dell’altra casa fosse come Jude Law io avrei già le valigie pronte!

Rispondi