Amore e Fettine Panate

Cristina D'AvenaL’hanno fatta a tutti, almeno una volta nella vita, la fatidica domanda “Che cosa vuoi fare da grande?“. E tutti avete risposto “il calciatore”, “la ballerina”, “lo scienziato”, “l’astronauta”, “la cavallerizza” eccetera…

Quando lo chiedevano a me, io rispondevo “Cristina D’avena“.  (E poi cantavo “Un lalla un lalla un lallalà. Questo è il valzer del Moscerino”).

Sarà stata l’omonimia, saranno state le frangette orribili che mi facevo fare o saranno stati gli anni ’80 del boom economico grazie alle reti Mediaset che mandavano in onda, dalla mattina alla sera, cartoni animati accompagnati dalla bellissima e frizzantissima voce di Cristina D’Avena, sta di fatto che oggi, a distanza di quasi 20/25 anni, alla domanda “Cosa vuoi fare prima della cassa integrazione?” io risponderei ancora “Cristina D’Avena”!

C’è chi vuole cantare come Biagio Antonacci,1 io voglio cantare come Cristina D’Avena.

Lei, regina indiscussa dei baci di Licia, delle schiacciate di Mila e dei cappelli a punta di Memole e bianchi dei Puffi. Lei, che le piaceva cantare, ballare e scherzare!Lei, che “la tua grinta come un lampo tutto abbaglia”3. Lei, intramontabile Cristina!

Innegabile che i nostri cugini spagnoli o francesi non abbiano avuto la nostra stessa infanzia: da loro non c’era Mr B. che col suo “Canale5” procurava baby sitter gratis per noi piccoli degli anni ’80-’90.

cover fivelandiaOh, quanti pianti per Sailor Moon! E quante volte ho invidiato Jhonny e la sua magia (io tifavo per Sabrina)! Ricordi d’infanzia ancora nitidi: il pomeriggio mi piazzavo sul divano a guardare Bim Bum Bam e, appena partiva la prima sigla e Cristina cominciava a cantare, io cantavo assieme a lei e mi rifugiavo nel mio mondo incantato. A Natale mi regalavano le musicassettedi Fivelandiache contenevano tutte le sigle dei miei cartoni preferiti e le extended versions, anche!

Insomma, c’è un che di poetico e grottesco allo stesso tempo nel fatto che da grande io volessi “fare” Cristina D’Avena! Cristina ha avuto il monopolio sulla nostra infanzia. Ci ha condizionati, ci ha accompagnato alla pubertà, ci ha fatto emozionare, ci ha fatto divertire e, soprattutto… ci ha fatto amare le Fettine Panate!

P.S. Cristina continua a fare concerti in tutta Italia, dove ripropone il suo grande repertorio di sigle dei Cartoni Animati. Ti prego, Cristina, se stai leggendo questo articolo, vieni da queste parti e facciamo un duetto: realizzeresti il sogno della mia vita!

Vorrei cantare come Biagio è una canzone di Simone Cristicchi.
2 Sigla di Arriva Cristina, serie tv del 1988 trasmessa su Italia1, con Cristina D’Avena.
3 Sigla di Una spada per Lady Oscar.
4 Antico supporto fonografico a nastro magnetico consistente in bobine che raccolgono il nastro su cui può essere registrato materiale sonoro, racchiuse in un contenitore di materiale plastico.
5 Raccolta di sigle di programmi per bambini in onda sulle reti Fininvest.

11 thoughts on “Amore e Fettine Panate

  1. Ahahah.. Io i vinili di fivelandia li ascoltavo dalla mia amichetta del piano di sopra perch3 non avevamo il giradischi! Quanti pomeriggi passati a cantare! Io impazzivo per Bim bum bam (la sigla uanatan – parodia del programma johnatan) mi fa fare incubi ancora adesso ahahah..

      • La censura è stata così forte da far cambiare addirittura il protagonista.

        Nella versione giapponese Madoka ( Sabrina ) era la protagonista.
        Ed era una teppista alcolizzata xD
        Hanno tolto tante di quelle scene con lei che il protagonista è diventato Johnny.

        I due amici di Johnny erano tipo pervertiti che andavano a mummiarsi le lezioni di aerobica nelle palestre e cose del genere.

  2. Darshan, meno male che ci sei tu (ed è la seconda volta in 2 giorni che lo dico: da preoccuparsi, proprio!!). Non lo sapevo :(

    Non è un caso isolato comunque…

    • Infatti era ( e in parte è) un abitudine tutta italiana quella di adattare qualunque cartone animato a bambini di 10 anni.

      Cioè… l’originale resta comunque roba da ragazzini, ma non da bambini.

  3. Ovviamente io avevo TUTTE le cassette di Fivelandia (comprate da quello col carrettino che passava il sabato mattina da casa mia).

    Cristina D’Avena è sempre in tournée nei centri commerciali. Cri, quando dici tu ci andiamo a spaccare pogando sulle note di “E’ un po’ magia per Terry e Maggie”

Rispondi