Raccolta differenziata alla palermitana

Un solo sacco, a volte due, per raccogliere le 4 tipologie di rifiuti. Tutto diventa indifferenziata.

Qualcuno dice che a Palermo è inutile separare la carta dalla plastica, che la campana del vetro tanto poi viene svuotata sul cumulo dell’indifferenziata. Anche se potrebbe esserci un fondo di verità, io ho sempre pensato che sono solo comode scuse per non fare la raccolta differenziata, e che, se tutti i palermitani la facessero meticolosamente, i costi e le inefficienze della gestione dei rifiuti sarebbero limitati.

Evidentemente al centro commerciale Conca d’oro hanno pensato di alleggerire il lavoro della RAP e mischiare tutto già alla fonte, dopo una apparente differenziazione. I cestini sono stati concepiti infatti per suddividere carta, vetro e plastica dall’indifferenziata, ma ci sono solo due sacchi che raccolgono tutto, e a volte ce n’è solo uno: tutto viene mischiato, tutto diventa “indifferenziata”.

Speriamo che la direzione del centro commerciale stia più attenta e dia l’esempio a tutti i palermitani, e faccia quindi la differenza, per il resto sta a noi separare, ma almeno ci possiamo provare!

Rispondi