2 thoughts on “Dialogare bene e male a Palermo e provincia

  1. Io faccio recensioni sempre, soprattutto su the fork dove le recensioni sono verificate (cioè devi esserci veramente stato e usi nome e cognome). Pensa che nel gruppo simile ma dove si mangia e beve sano non di possono fare recensioni negative MAI, solo positive. Anche a me spiace parlare male di alcuni locali, ci sono famiglie che campano su quell’attività, penso sempre che magari è un caso, pertanto anche io cerco di addolcire la pillola, normalmente con “personale gentile”. Purtroppo c’è una guerra delle recensioni, grazie a chi usa lo strumento malamente. Ecco che 2 pizzerie vicine si fanno guerra, chiamando amici e parenti per scrivere recensioni negative al concorrente e positive per il loro locale. Ci sono poi i gestori che non sanno accogliere le critiche, elaborarle e correggere ciò che non va. Si studia anche quello in marketing… E chi non lo sa fare non cresce.
    Un occasione mancata. Nel frattempo tu hai risparmiato

  2. Quella delle recensioni è veramente una guerra! C’è chi, scrivendo, si sente dentro uno show di critica culinaria e chi, rispondendo, vi ammazzerebbe la madre a cucchiaiate!
    Ci vuole intelligenza per fare queste cose. Al posto del gestore, ti avrei chiesto scusa meravigliandomi di come mai la cena fosse andata male, ti avrei invitata a tornare e questa volta la pasta con le anciove te la facciamo a regola d’arte. Provare per credere!

    Ma la gente non ci arriva, si sente attaccata, sempre, e legittimata (da ciò ce vede in tv) a urlare e inveire…

Rispondi