The great replacement – Un mondo pieno di idioti

The Great Replacement is very simple. You have one people, and in the space of a generation, you have a different people.  (Renaud Camus)

Quello riportato di seguito è il Manifesto di una fetta della popolazione ormai ridotta all’osso, in pena e schiacciata dalle istituzioni e dagli organi di governo che non riescono – o non vogliono – contenere la deriva verso la quale siamo diretti.

È innegabile che il mondo stia cambiando, e non si tratta solamente di un cambiamento localizzato o socialmente contenibile ma di una variazione a livello globale, incontenibile ed inevitabile: la popolazione intelligente sta per essere rimpiazzata da una manica di idioti.

Gli intelligenti potrebbero scomparire dalla faccia della Terra! Siamo di fronte all’estinzione. Purtroppo le leggi, le politiche di tolleranza e del “lasciamoli fare” hanno aiutato il diffondersi di questo fenomeno in tutto il mondo. Basta guardarci intorno: gli idioti sono in mezzo a noi.

Siccome gli intelligenti non cedono alle teorie cospirazioniste, non vedono questo fenomeno come una minaccia. Le persone intelligenti sono aperte a vari punti di vista, anche a quelli idioti. E per questo l’estinzione è inevitabile.

Mi ispiro ai più grandi blastatori di idioti che ancora lottano per un futuro migliore. Chiunque voglia sottoscrivere questo manifesto concorderà con me su alcuni punti di allarme da tenere in considerazione:

-Il diffondersi virale degli idioti vs il calo delle nascite nelle famiglie intelligenti (ché tanto, che lo fai a fare un figlio in un mondo fatto da idioti?). Del resto, la loro madre è sempre incinta.

-Il ragionamento e il modo di esprimersi degli idioti sono semplici e quindi più facilmente diffondibili mentre il pensiero illuminato degli intelligenti è astruso e arzigogolato, per cui meno incline ad essere condiviso.

-In un mondo fatto di pezzi a 140 caratteri, si perde l’abitudine dei lunghi testi scritti. Questo costringe, di fatto, gli intelligenti ad adattarsi alla modernità, con visibile perdita di efficacia di affermazione.

-La facilità con la quale gli idioti si aggregano e scelgono il loro leader è direttamente proporzionata al volume dei loro insulti. Per gli intelligenti, al contrario, risulta complicato scegliere un rappresentante degno che sia più intelligente ti sé stessi. Ciò ne consegue che gli idioti sono molti e ben organizzati.

 

Vi invito a condividere il manifesto attraverso l’hashtag #brightgenocide perché è esattamente ciò di cui si tratta: un genocidio. Gli idioti ci uccidono con i loro figli non vaccinati, con i loro sbeffeggiamenti sul cambio climatico e con le loro condivisioni di notizie non verificate provenienti da fonti poco attendibili,

Infine, lo scopo di questo manifesto, redatto da persona intelligente quale sono, è quello di mettere tutti in guardia da questa invasione di idioti! Per questo intendo sacrificare la mia persona in questo giorno che sarà ricordato come giornata internazionale della rivincita dell’intelletto umano: mi trovo ad uno dei più importanti comizi politici di tutti i tempi, con le mie armi, con l’intenzione di mettere in atto un’epurazione fisica ma soprattutto simbolica di un numeroso gruppo di idioti.

Siamo intelligenti, iniziamo a prendere provvedimenti!

 

___________________________________________________

 

Ospedale di psichiatria, paziente numero 238 – Nota del Direttore:

Il paziente, bloccato in tempo dalle forze dell’ordine mentre si trovava in un parcheggio nei pressi di Pontida, con diverse armi nel bagagliaio, imbrattate con scritte che riportavano citazioni di Socrate o nomi di personaggi pubblici come “Chicco Mentana”, si trova al momento in stato di shock. Vaneggia circa una rivendicazione intellettuale di una razza superiore e minaccia atti terroristici in nome del bene comune.

 

Postilla scritta a mano: Gli idioti non sanno di esserlo, lo sono e basta.

Rispondi