La montagna insegna

Quinzeina

Che la metà è lontana, se la continui a fissare si allontana ancora di più, ma se a testa bassa metti un piede dopo l’altro presto la raggiungi.

Che sei da solo, con le tue energie e il tuo spirito, ma sei anche insieme al gruppo che ti sostiene invisibile.

Che prima di te qualcuno è già passato per quegli impervi sentieri, che ti ha lasciato dei segni affinché non ti perdessi.

Che qualcuno fino al secolo scorso abitava in case in pietra, vicine al ruscello, lontane ore di cammino dal resto del mondo, da alberi e altre case, da strade e negozi.

Che è stata dura, ma da lassù c’è un’altra aria, un altro sole, un’altra vista e il telefono non prende.

Che la salita è faticosa, la discesa ti illude di un riposo che non c’è, ma una volta giù non vedi l’ora di risalire.

Rispondi