slider

Gommosi Maialini alla frutta #2, nel nome del padre, del figlio e dello spirito santo (amen)

«Accade delle volte che io mi esalti. Accade infatti delle volte che io mi convinca che sarebbe divertente vedere cosa accadrebbe se prendessi il bicchierino con i maialetti stravunci di wodka liscia, creassi un filotto di gente vogliosa davanti a me e li distribuissi con la formula di rito “il corpo dell’orsetto”, chiedendo al mangiante di rispondermi “amen”».

slider

Storytelling – Marrone come…

«Oggi Elias si è ormai abituato agli insulti razzisti. Si è arreso all’evidenza di vivere sapendo di essere diverso. Ma sa che sarebbe diverso anche in Ruanda, perché ormai non ne parla più la lingua, non ne conosce i gesti, le tradizioni».

slider

Mamà, sbarcamu

«Questa poesia è dedicata a chi ha creduto in un sogno ed è partito. La dedico ai miei fratelli africani, ai miei antenati siciliani, con il loro carico di nostalgie, sofferenze e speranze».

slider

Pridetelling – Re-Nat*

«Un paio di giri e mi convinco: deve essere Lei. Lui. Torno, percorro la strada, è lunga e penso ad altro; nessuna eiaculazione precoce, ma i pantaloni sono più stretti. C’è qualcosa che non va? O va? Sono improvvisamente gay? O libero di decidere con chi cazzo andare?».

nozze

Storytelling – La notte corre sui muri

«Fare l’amore con due donne non è mai come ce lo si aspetta. D’accordo, sì, è una fantasia ricorrente nella mente degli uomini ma posso assicurarvi che quando vi trovate in quella situazione vi prende una terribile ansia. È già faticosamente complicato farlo la prima volta con una donna sola. Se si è in tre è ancora peggio».