“Oh Palermo, oh cara”

Mili é un indiano del Bangladesh. Vende (ambulando nel centro di Palermo) accendini, cartine, etc. Ogni tanto, da anni, ci incrociamo in centro e scambiamo 4 chiacchiere. Oggi mi vede seccata e mi offre un fazzoletto. Vuole sapere perché ho gli occhi in giù. Mi dice che comunque lui é solo. Vuole offrirmi la cena. Lo ringrazio, lo abbraccio. Palermo é salva.

Qualcosa è cambiato

Tutto è iniziato riducendo al minimo gli sprechi di denaro. Da un taglio di stipendio, che segue l’andazzo generale capitalista, è iniziata la mia vendetta: devo spendere meno, consumando meno. Non è semplice, anch’io ho sopra le spalle  una di […]