(O) Roma (o la morte)?

Del film non mi ha colpito la lotta di classe che sta sullo sfondo in modo potente, e neanche il maschile bastardo e patriarchista. Mi ha preso invece molto l’onnipresenza della morte, reale e simbolica. Soprattutto delle condizioni a cui […]

Foffo, Marco, Luca e noi.

“Orrore in un appartamento alla periferia di Roma!” “Brutale omicidio (trenta i colpi inferti alla vittima)!” “Brutale”, subito seguito dall’onomatopeico “agghiacciante”, mi sembra la parola dell’anno. A latere “trucidato”, “sevizie” e “sesso estremo” (che mi pare l’erede meno raffinato del […]