Il sacrificio di una madre

di Dora Pistillo

È stagione, ragazzi. Opuntia ficus-indica. Hai voglia a dire che bisogna mangiare roba “locale” cibi “tradizionali” come non ci fosse mai stata una vasta, profonda e smaniosa contaminazione reciproca tra esseri umani dalle lontane latitudini fin dall’alba dell’umanità. Sappiate – a proposito – che il pigmento rosso, fino alla scoperta dell’America, veniva per lo più dalle zone dell’Armenia storica (la storia è lunga ed interessante, ma magari si approfondisce in altro sito). Poi, analogamente estratto da parassiti che tormentavano ed affliggevano proprio l’opuntia in questione. Che Ìndica, non dice altro dell’equivoco intercorso proprio in seguito alla missione del Colombo viaggiatore.

Continua a leggere

Medice, cura te ipsum!

Come vi dicevo lo scorso articolo, ho passato una bella estate, che è stata fondamentale per elaborare un “piccolo” trauma che ho vissuto questa primavera e su cui oggi mi sento di riflettere pubblicamente, almeno in parte (ché la mente ha bisogno dei propri tempi, non di quelli disumani del mondo di fuori!).
La faccenda in soldoni è questa: avevo bisogno di esami e di terapie specialistiche, di trattamenti ed anche di una piccola operazione. Il tutto inerente ad una faccenda particolarmente delicata umanamente e psicologicamente a detta di chiunque: il desiderio di genitorialità!

Continua a leggere

Capretta di scogliera


E poi a un certo punto, visibile solo dal mare della Riserva dello Zingaro, spunta lei: una capretta strafottente dei tuoi pensieri sul suo smarrimento, la morte imminente, o il gesto estremo. Lei sicura dei suoi mezzi, che “acchiana i mura lisci”, si gode eremita la brezza del mare che porta il sale, il dolce rumore delle onde  che echeggiano nelle grotte tra gli scogli. Lei resta lì, senza tempo, senza risposte alle tue mille domande, sei tu che devi andare via.

Il sacrificio di una madre

di Dora Pistillo È stagione, ragazzi. Opuntia ficus-indica. Hai voglia a dire che bisogna mangiare roba “locale” cibi “tradizionali” come non ci fosse mai stata una vasta, profonda e smaniosa contaminazione reciproca tra esseri umani dalle lontane latitudini fin dall’alba […]

Medice, cura te ipsum!

www.youtube.com/watch?v=V7jL9hc97TE&ab_channel=RecursosdeAutoayuda”>

Come vi dicevo lo scorso articolo, ho passato una bella estate, che è stata fondamentale per elaborare un “piccolo” trauma che ho vissuto questa primavera e su cui oggi mi sento di riflettere pubblicamente, almeno in parte (ché la mente […]

Capretta di scogliera

E poi a un certo punto, visibile solo dal mare della Riserva dello Zingaro, spunta lei: una capretta strafottente dei tuoi pensieri sul suo smarrimento, la morte imminente, o il gesto estremo. Lei sicura dei suoi mezzi, che “acchiana i […]