Vacanze

É stato un anno pesante, dopo 3 di pandemia, dopo tanti cambiamenti esistenziali personali e collettivi, dopo figli che arrivano, emigrazioni sempre più convinte e lavori sempre più incalzanti. Tuttavia noi non molliamo: la scrittura é oramai parte della nostra soggettività 💗 Però adesso…. 🥁 #VACANZA!!! Dal latino “vacantia”, derivato dal sostantivo “vacans” e dal verbo “vacare”: essere vuoto, libero, in siciliano ” Vacante “! Ovvero pronto a lasciare andare le sovrastrutture accessorie, a desaturarsi per poi a nutrirsi… A ispirarsi di robe nuove 🌱
Ci vediamo a settembre!

N. B.: Se vuoi pubblicare sul nostro sito, Invia scritti, disegni o creazioni varie a redazione@abattoir.it ✒🌈

Ex Vallesusa, una cicatrice in città.

Nella cittadina in cui abito, Rivarolo Canavese, ci sono parecchie aree industriali dismesse e in stato d’abbandono e degrado. Vorrei parlarvi della più vicina, quella che ospitava uno degli stabilimenti del Cotonificio Vallesusa. È un’area di circa 80.000m², al cui interno ci sono edifici pericolanti ed edifici parzialmente ristrutturati dove attualmente si svolgono alcune attività commerciali e produttive. Il complesso è un buon esempio di patrimonio di archeologia industriale italiana, un sito che andrebbe valorizzato e impiegato in modo virtuoso come già è avvenuto per diversi siti industriali (ad es. I cantieri culturali della Zisa a Palermo). Qualcuno c’ha provato, ma il risultato è stato un enorme danno per la comunità.

Continua a leggere

Parlare vs comunicare vs comunicare all’estero

Con buona pace della mia laurea in Relazioni Internazionali mi trovo spesso a sottolineare che saper parlare una lingua è diverso da saper comunicare in quella lingua. In generale parlare è diverso da comunicare. Vedi i politici, ad esempio, che parlano e parlano ma alla fine cosa comunicano? Comunicare vuol dire scambiare messaggi efficaci. È un atto volontario e programmato di scambio al fine di raggiungere un obiettivo. Non si scambiano solo parole ma anche elementi non verbali che sono usati per raggiungere uno scopo. Lo scopo varia a seconda del contesto: lo scopo di un un discorso politico è diverso da quello di un povero cristo in vacanza all’estero che deve chiedere “scusi, dov’è il bagno?” (anche se alla fine, il più delle volte il risultato é lo stesso, LOL).

Quando comunichiamo (soprattutto in quella lingua che gli studiosi di comunicazione e i linguisti chiamano bad english) con persone di altre culture dobbiamo sempre tenere in conto i rischi di incomprensione derivati appunto dalle differenze culturali legate agli stereotipi e alle percezioni cognitive proprie dell’altra cultura. Se non si ha familiarità con queste ultime si può, infatti, incombere in imbarazzanti gaffes. Un esempio su tutti: Berlusconi, che con le sue uscite – diciamo così – non politically correct su razza, sesso e tabù vari, ci ha fatto (e continua a farci anche per altri motivi) vergognare. Continua a leggere

vacanze

Vacanze

É stato un anno pesante, dopo 3 di pandemia, dopo tanti cambiamenti esistenziali personali e collettivi, dopo figli che arrivano, emigrazioni sempre più convinte e lavori sempre più incalzanti. Tuttavia noi non molliamo: la scrittura é oramai parte della nostra […]

Ex Vallesusa, una cicatrice in città.

Nella cittadina in cui abito, Rivarolo Canavese, ci sono parecchie aree industriali dismesse e in stato d’abbandono e degrado. Vorrei parlarvi della più vicina, quella che ospitava uno degli stabilimenti del Cotonificio Vallesusa. È un’area di circa 80.000m², al cui […]