#Soldisoldisoldi

Pensavi solo ai soldi, soldi
[…]
Dimmi se ti manco o te ne fotti, fotti.

Si è letto di tutto da quando Sanremo è finito, senza contare i dialoghi reazionari ascoltati a vive orecchie e le domande retoriche captate da altri media. Eppure io il senso dell’accaduto lo colgo tutto. Attenzione, di musica non ne capisco un ciufolo, ma per le mie papille la voce di Mahmood non è affatto male e neanche una delle solite. Acutini interessanti e soprattutto quel refrain cupo, “soldi, soldi, soldi”, un bel po’ diverso dalla voce briosa di Betty Curtis, che i “dindi, tanti dindi” li chiama “beneamati” e “toccasana” e che parla di “pascià” in un ’61 in cui ancora non si capiva la portata distruttivo-depressiva della fissa del picciolo. Mahmood invece mi sa che l’ha capita per bene. Il video col bambino dagli occhi orientali affranti la mostra bene questa cosa, se non bastasse la voce dai passaggi sofferti a dire che i soldi a lui fino ad ora gliel’hanno proprio messa nel didietro, facendogli appizzare un padre ed una serenità familiare che dio solo sa quanto è importante per i “nostri” ragazzi. Difficile, infatti, se pensi “solo ai soldi”, interessarti genuinamente al “come va, come va, come va”. Difficile anche crescere se un padre, colui che dovrebbe stravedere per te, preferisce “i soldi, soldi, soldi”. Bisogna allora difendersi e pensare “più veloce per capire se domani tu mi fregherai”, come se già un padre così non lo stesse facendo pian piano.

Continua a leggere

#Storytelling – Bonobo

di Dora Pistillo

Ci sono suoni che evocano e rimandano ai pensieri che ritroviamo come vecchi oggetti stipati con cura affinché conservino il loro valore.
Ci sono mattine precoci e un po’ intirrizzite che rimangono chiare e limpide a lungo e sono di una sorprendente e abbagliante bellezza.
La mente alcune volte è così lucida che ogni passo avvolto nel silenzio, malgrado il distacco dalle cose del mondo, diventa una scoperta senza tempo.
Mi ricordo di te e di tanti altri volti che non so dire se conosco veramente.  Continua a leggere

#Soldisoldisoldi

www.youtube.com/watch?v=G3GaBAQTGlM”>Betty

Pensavi solo ai soldi, soldi […] Dimmi se ti manco o te ne fotti, fotti. Si è letto di tutto da quando Sanremo è finito, senza contare i dialoghi reazionari ascoltati a vive orecchie e le domande retoriche captate da […]

#Storytelling – Bonobo

di Dora Pistillo Ci sono suoni che evocano e rimandano ai pensieri che ritroviamo come vecchi oggetti stipati con cura affinché conservino il loro valore. Ci sono mattine precoci e un po’ intirrizzite che rimangono chiare e limpide a lungo […]

hhsdjh

No, non ho lasciato la tastiera del mio laptop in balia del mio gatto che ha pubblicato per me questo titolo. Questa parola impronunciabile potrebbe essere la mossa di social media marketing più assurda e più efficace degli ultimi tempi.

I nuovi mostri – Eziologie

Per proseguire con le mirabolanti avventure della vita 1.0,5 a Emiland, vi parlerò ancora delle ultime del mio attuale padrone di casa. Orbene, dopo aver affermato che la muffa l’abbiamo portata noi e che la crea il respiro dei gatti, […]

Storytelling – Storia comune

di Gianni Sorce E proseguivano a camminare, col capo chino tra la nebbia e i vapori terreni, coscienti che quelli sarebbero stati i loro ultimi passi. Senza alcun suono di voce ma con l’unico rumore di metallo che sbatteva sulle […]