Alla tecnologia ci si abitua in fretta!

C’è stato un tempo in cui si noleggiavano VHS, i distributori di videocassette self-service mostravano un catalogo di centinaia di titoli, disponibili a patto che avessi una tessera prepagata. Blockbuster sembrava una catena solida e duratura, difficile pensare che si sarebbe invece spezzata, anzi sgretolata, nel giro di pochi anni. Colpa o merito di una connessione internet sempre migliore e più diffusa, di eMule, dei Torrent, ma anche degli streaming pirata e di quelli legali. I video sono diventati on demand, tutto ciò che vuoi e subito. I canali pay-tv classici, che avevano una decina di canali dedicati ai film sui quali girava ininterrottamente sempre lo stesso film per un periodo limitato, sembrano ormai solo un ricordo sbiadito. I veri collezionisti hanno ancora scaffali pieni di blu ray, ma sono gli HardDisk i veri pozzi senza fondo di chi ama conservare film cult e nuove uscite.
Anche gli altri media sono profondamente cambiati, e non parlo solo della qualità ed ormai ci siamo talmente abituati a certe comodità che è difficile pensare che non ci sono sempre state.

Continua a leggere

La deriva Airbnb

Ultimamente vicino casa mia, a Siviglia, sono apparse scritte provocatorie e di protesta sui muri. A me piace l’espressione “muri puliti, popoli muti” per cui non mi lamento delle scritte ma mi soffermo sul perché della protesta.

Continua a leggere

Alla tecnologia ci si abitua in fretta!

C’è stato un tempo in cui si noleggiavano VHS, i distributori di videocassette self-service mostravano un catalogo di centinaia di titoli, disponibili a patto che avessi una tessera prepagata. Blockbuster sembrava una catena solida e duratura, difficile pensare che si […]

La deriva Airbnb

Ultimamente vicino casa mia, a Siviglia, sono apparse scritte provocatorie e di protesta sui muri. A me piace l’espressione “muri puliti, popoli muti” per cui non mi lamento delle scritte ma mi soffermo sul perché della protesta.