The great replacement – Un mondo pieno di idioti

The Great Replacement is very simple. You have one people, and in the space of a generation, you have a different people.  (Renaud Camus)

Quello riportato di seguito è il Manifesto di una fetta della popolazione ormai ridotta all’osso, in pena e schiacciata dalle istituzioni e dagli organi di governo che non riescono – o non vogliono – contenere la deriva verso la quale siamo diretti.

È innegabile che il mondo stia cambiando, e non si tratta solamente di un cambiamento localizzato o socialmente contenibile ma di una variazione a livello globale, incontenibile ed inevitabile: la popolazione intelligente sta per essere rimpiazzata da una manica di idioti.

Gli intelligenti potrebbero scomparire dalla faccia della Terra! Siamo di fronte all’estinzione. Purtroppo le leggi, le politiche di tolleranza e del “lasciamoli fare” hanno aiutato il diffondersi di questo fenomeno in tutto il mondo. Basta guardarci intorno: gli idioti sono in mezzo a noi. Continua a leggere

#Storytelling – Vavà: ciò che è utile è vero

Un mignolo: a 6 mesi di gravidanza a mia madre ci dissero che ero quanto un mignolino: geneticamente nano, minuscolo; alla fine, grande quanto una mano, nacqui e fui al mondo. “Nani sulle spalle dei giganti” ci disse u dutturi a me ma’ per consolarla; e a lei in effetti ci parve un complimento, pure se si chiedeva cu erano sti giganti, dato che me pa’ era 1e53! Perciò ci restò il dubbio ca u dutturi insinuava corna con giganti e si priava tutta per l’idea che la si pinsasse capace di “seducere” un uomo grande. Questo ci mise la pulce in testa, ma intanto io ero nato; ero albino e con gli occhi azzurri-lavati; qualcuno diceva che c’avevo pure il “daon”, ma non era vero: i cristiani dello Zen lo dicevano così, me lo scrivevano sui muri tanto per! Semmai, io ero troppo buono: davo baci a tutti, molti baci con grandi labbra. VasaVasa mi dicevano allora, abbreviato VavàContinua a leggere

(O) Roma (o la morte)?

Del film non mi ha colpito la lotta di classe che sta sullo sfondo in modo potente, e neanche il maschile bastardo e patriarchista. Mi ha preso invece molto l’onnipresenza della morte, reale e simbolica. Soprattutto delle condizioni a cui […]

Casa inquinata casa

“Tornare a casa sano e salvo”, “Casa dolce casa”, “Sentirsi a casa propria”, “Riportare a casa la pelle”, “Chiudersi in casa”, sono solo alcuni modi di dire che riguardano il senso di sicurezza che dovrebbe infondere la propria casa, un […]